wifi scegliere il migliore

Wifi: gli amplificatore di segnale

Navigare in casa con il segnale wifi è una grande comodità, un vantaggio che permette di spostarci con i nostri dispositivi e continuare a navigare in internet. Talvolta, però, malgrado il router wireless sia potente, può accadere che il segnale non riesca a raggiungere tutti i locali della propria abitazione.
Un amplificatore di segnale in questo caso, ma non solo, è la risposta immediata che può risolvere i nostri problemi di rete.
Un altro caso in cui potremmo aver bisogno di un amplificatore è quello in cui abbiamo un decoder per la TV on-demand ma che non possiamo collegarlo ad Internet perché si trova in un punto distante dal modem e perché non supporta connessioni wireless.
La soluzione a questi problemi è l’acquisto di un amplificatore segnale WiFi, come detto, che va configurato in modo tale da portare la connessione Internet dal router principale agli altri luoghi della casa e ai dispositivi che ne sono sprovvisti.
I repeater di segnale in commercio si possono configurare in modo molto semplice, senza la necessità di far intervenire i tecnici. E anche il costo è molto accessibile, si parte da circa 15/18 euro.
Ci sono vari formati di repeater che hanno diverse caratteristiche tecniche.

Come scegliere un ripetitore WiFi?

I criteri per scegliere il miglior amplificatore segnale wifi sono diversi e possiamo riassumerli qui di seguito:
Due delle caratteristiche tecniche di un amplificatore WiFi da considerare sono la dimensione ed il formato del dispositivo. Alcuni ripetitori vanno collegate alla presa della corrente. Altri sono invece da appoggiare su un mobile o scrivania, e sono simili ai modem/router. Gli uni non sono più potenti degli altri perché la potenza dipende dal numero e dal tipo di antenne che montano.
Le reti wireless sono classificate in base a degli standard che ne indicano la velocità massima nel trasferimento dati.
Il wireless di classe b ha una velocità di trasferimento pari a 11 Mbs, il wireless classe g arriva fino a 54 Mbps, il wireless classe n raggiunge i 450 Mbps, mentre il wireless AC viaggia fino a 1.3Gbps (o 1331 Mbps). La maggior parte dei ripetitori che si trovano in commercio è compatibile con gli standard b/g/n, solo i dispositivi tecnologicamente più avanzati garantiscono la compatibilità con il wireless AC.
I ripetitori ‘dual-band’ operano su due bande radio, quella “standard” a 2.4GHz e quella a 5GHz. Lo standard wireless AC opera esclusivamente sulla banda a 5GHz ma per utilizzare questa rete anche i dispositivi di destinazione, come il computer, lo smartphone o la stampante etc…devono essere compatibili.
I ripetitori WiFi possono avere delle porte Ethernet alle quali collegare, direttamente via cavo, i dispositivi alla rete. Questa opzione è molto utile se si devono connettere decoder e console per videogiochi, che richiedono una connessione piuttosto stabile.
I repeater possono avere anche delle porte USB per collegare hard disk e stampanti alla rete locale.

ADD YOUR COMMENT