cristalli e cristalloterapia

Il potere dei cristalli

Il corpo umano può essere considerato un campo magnetico immerso in altre realtà magnetiche come la luce, le onde sonore, il magnetismo terrestre ed è solo a causa della sua limitata capacità di percezione che l’essere umano non riesce a rendersene conto.

L’uomo infatti non percepisce gli ultrasuoni perché hanno una frequenza superiore al limite della udibilità umana, non ha la possibilità di vedere le vibrazioni cromatiche dei raggi infrarossi e di quelli ultravioletti che vanno oltre il cosiddetto spettro visibile.

La cristalloterapia e i chakra

Sentimenti, volontà e pensieri sono anch’esse energie, invisibili e forti di cui l’uomo dispone. Armonizzando le energie esterne con quelle che sono insite nell’uomo si può trovare benessere e salute. Per alcuni la lucentezza dei cristalli caratterizzati da una diversa forma geometrica e grandezza e da diversi colori è in grado di contribuire a questo scopo.

La cristalloterapia è una pratica antica, eseguita da un esperto che appone pietre opportunamente scelte in corrispondenza di particolari zone del corpo detta “chakra”; è una pratica che ha lo scopo non di curare le malattie ma di ridare equilibrio, anche psicologico, all’individuo. Legati soprattutto alla medicina tradizionale indiana, i chakra possono essere definiti come punti tramite i quali l’energia attraversa l’individuo. I sette chakra più importanti si trovano lungo l’asse mediale del corpo e ognuno di loro risponde alla stimolazione di un colore, di una nota musicale, di una gemma o di un cristallo.

La stimolazione dei chakra attraverso varie tecniche come lo yoga, la meditazione, l’apposizione dei cristalli, l’utilizzo del colore, crea un senso di unità ed equilibrio, benefici per la salute fisica e mentale. Porre un particolare cristallo sopra un chakra aiuta poi ad evocare e a stimolare le forze più profonde tipiche proprio di quello specifico chakra e permette all’energia di scorrere con maggiore scioltezza sia all’interno dell’organismo e sia verso la realtà esterna.

I cristalli più diffusi

I cristalli più utilizzati contro lo stress sono: l’ametista che agisce positivamente sulla nevrosi e sulla paura; il diaspro che porta equilibrio e tranquillità; il quarzo citrino che combatte la depressione; la pietra di luna che aiuta a superare i conflitti; l’ambra è utile per combattere un esaurimento nervoso, l’acquamarina rilassa i nervi e dona coraggio, il quarzo rosa calma l’aggressività.

Tra gli altri cristalli ci sono poi: la tormalina verde che è rigenerante, il cristallo di rocca che dà vitalità, il quarzo fumè che agisce contro la stanchezza e la mancanza di volontà. Pietre e cristalli si acquistano anche nei negozi di terapie naturali e in alcune erboristerie e possono essere montati su bracciali, anelli e collane in modo di portarli sempre a contatto con alcune parti del corpo.

ADD YOUR COMMENT